Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

Boa Mistura. Dare colore alle periferie degradate e coinvolgere le comunità è una buona mescolanza.

Boa Mistura è un collettivo di street artist in prima linea da anni con un prezioso e coloratissimo lavoro che, oltre al valore artistico, si propone di migliorare la vita delle persone.

I Boa Mistura nascono a Madrid nel 2001; nel 2002 scelgono il loro iconico nome (che significa “buona mescolanza“, ad indicare le differenti idee e formazioni dei singoli elementi del collettivo) e nel 2010 aprono un loro studio a Madrid. I loro viaggi in giro per il mondo li portano in Sudafrica nel 2011 dove, nella township (comunità) di Khayelitsha a Città del Capo, dipingono le pareti del Velokhaya, una scuola di ciclismo che ospita più di 300 bambini ed è diventata un vero e proprio centro culturale e punto di riferimento per l’intera comunità di una delle città più popolate del Sudafrica.

Khayelitsha

Khayelitsha-3

Nel quartiere di Woodstock, sempre a Città del Capo, con il progetto DIAMOND INSIDE dipingono una serie di grandi icone accompagnate da messaggi di ispirazione. Un grande cuore nel paese che è secondo loro il “cuore del mondo” (discover the diamond inside you), un pugno chiuso a rappresentare la lotta e la volontà di combattere per i propri ideali (fight for your dreams), tradotto direttamente dai bambini in Pelea tu Sueño. Un’immagine del continente africano come cuore pulsante inscritto in un albero (we all share roots) sempre a rappresentare l’Africa come madre e origine di tutto. Due persone, un unico cuore (one heart one love) per dire che non esistono frontiere che possano renderci diversi gli uni dagli altri.

pelea-tu-sueňo

Nel 2012 si spostano in Brasile per il progetto “LUZ NAS VIELAS” (LIGHT IN THE ALLEYWAYS), a São Paulo. Nella Favela de Vila Brasilandia dipingono le dirupate stradine della periferia facendosi aiutare dagli abitanti, sopratutto dai bambini. Nei muri compaiono le scritte Amor, Beleza, Orgulho, Firmeza, Doçura

Nel 2013 colorano una vecchia scuola abbandonata a Zugdidi in Georgia, dove alloggiano 15 famiglie di rifugiati della guerra georgiano-abcasa espulsi dalla città di Gagra. Il disegno del progetto LOVE and LIFE rappresenta due mani amputate e la scritta che le accompagna recita “l’amore fraterno è quello che li tiene in vita”.

georgia

georgia-1

A Madrid, nel 2013 partecipano all’iniziativa “Autobarrios” del collettivo di architetti BASURAMA per la riqualificazione del quartiere multiculturale di San Cristóbal de los Ángeles. Si tratta di un distretto periferico la cui architettura, prevalentemente industriale, è poco accogliente. Qui, in un sottopassaggio sotto l’autostrada che è anche l’ingresso del quartiere, i Boa Mistura con i loro colori hanno contribuito alla creazione di uno splendido spazio urbano.

Madrid-San-Cristòbal
Madrid-San-Cristòbal-2

Di nuovo oltre la propria terra, i Boa Mistura stavolta approdano in Algeria, alla Casbah di Algeri. Nel centro storico della città, chiamato La Blanche e dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, i Boa Mistura realizzano AL KARAMA “Dignity” ridipingendo di bianco (colore simbolo da quale deriva il nome del quartiere) tutte le pareti scrostate e arricchendole con scritte in arabo, con messaggi di integrazione e poesia che ispirino la popolazione “a brillare ancora“.

Algeri

Algeri-2

Sempre nel 2013, sono a Panama dove la scritta “SOMOS LUZ” (Noi siamo luce) appare sulle pareti del complesso abitativo Begonia nel quartiere di El Chorrillo, di fronte alla baia di Panama City. Il complesso era stato oggetto di saccheggio da parte dell’esercito americano nel 1989 e ad oggi è conosciuto come zona ad alto tasso criminale con almeno 14 bande che lo controllano.

Ancora nel 2013, in Messico a Santiago de Querétaro realizzano il progetto LAS AMÉRICAS nel quartiere omonimo che si trova imbrigiato tra due delle principali autostrade dello stato ed è per questo sotto gli occhi di milioni di automobilisti ogni giorno. L’obiettivo era restituire ai viaggiatori di passaggio un’idea del quartiere diversa e rafforzare l’identità della comunità che lo abita, costituita da un melting pot di nazionalità.

mexico

mexico-2

Uno degli obiettivi dei progetti che i Boa Mistura portano avanti è il coinvolgimento dei cittadini. Aiutandoli a riappropriarsi dei luoghi in cui vivono e a rappresentare gli spazi comuni del quotidiano con un pò di colore, permettono loro di esprimere la vita che si cela all’interno.

Noi di Marraiafura abbiamo intervistato per voi i ragazzi del collettivo, per saperne di più su di loro e sul progetto estetico e sociale che da anni portano avanti.
L’appuntamento con l’intervista esclusiva di Marraiafura ai Boa Mistura è per domani, stessa ora stesso posto!

Maggiori informazioni: Boa Mistura

Pubblicazione: 28/10/2014 – Ultimo aggiornamento: 28/10/2014

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

Bookmark and Share

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.