Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

In Perù il cartello pubblicitario che produce acqua potabile (e promuove l’università di ingegneria!)

billboard_acqua_1Un cartello pubblicitario che produce acqua potabile dall’umidità atmosferica. È questa l’idea nata dalla collaborazione tra l’Università peruviana di ingegneria e tecnologia UTEC e l’agenzia pubblicitaria cilena Mayo.

Nella zona di Lima (la capitale del Perù) molte persone soffrono la mancanza di acqua potabile. Le piogge sono scarse e l’acqua nei pozzi è spesso inquinata, ma l’umidità atmosferica è altissima (fino al 98%). Si è quindi deciso di sfruttare questa particolare caratteristica per la realizzazione e l’istallazione di un billboard (un pannello pubblicitario stradale) in grado di catturare l’umidità e trasformarla in acqua potabile.

Sfruttando il processo dell’osmosi inversa, il pannello pubblicitario produce circa 100 litri di acqua potabile al giorno.

La campagna pubblicitaria punta a promuovere le iscrizioni alla UTEC, mostrando come l’università sia in grado di sviluppare l’ingegno e il talento degli studenti, formando dei professionisti di alto livello capaci di applicare la scienza, la tecnologia e l’innovazione per lo sviluppo sostenibile del Perù.

Il pannello si trova al km 89.5 della strada panamericana del sud e l’auspicio degli abitanti della zona è che altri di questi pannelli vengano installati in tutti i villaggi per consentire a tutti di usufruire di questa fonte inesauribile di acqua potabile.

billboard_acqua_2
billboard_acqua_3

Fonte: www.utec.edu.pe | Via: www.ninjamarketing.it
Pubblicazione: 17/03/2013 – Ultimo aggiornamento: 17/03/2013

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

Bookmark and Share

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.
Pubblicità