Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

Ri-gustami a casa. A Trento col cibo avanzato al ristorante riempi il frigo non il cestino

Trento_eco_vaschetta_2Quando vai a pranzo o cena fuori nella zona di Trento puoi portarti a casa il cibo avanzato, grazie a una semplice iniziativa della Provincia di Trento, lanciata con lo slogan “Ri-gustami a casa. Col tuo cibo riempi il frigo non il cestino“.

Il tutto è reso possibile dall’utilizzo di una Eco-vaschetta, fatta in carta proveniente da foreste certificate FSC e totalmente compostabile, che la Provincia autonoma di Trento ha realizzato e messo a disposizione dei ristoratori trentini (in distrubuzione da agosto 2011 presso l’Ecosportello Fa la Cosa Giusta a Trento e presso gli uffici delle Comunità di Valle).

Un semplice gesto, vantaggioso per tutti, dal grande valore sia ambientale che etico: il ristoratore vede ridursi la frazione di rifiuto organico da smaltire, mentre il consumatore trasforma in cibo ciò che altrimenti sarebbe finito nel cestino.

La sicurezza e la regolarità della pratica dal punto di vista igienico-sanitario sono garantite dall’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, appositamente interpellata e coinvolta nell’iniziativa.

Il progetto è promosso in collaborazione con l’Ecosportello Fa’ la Cosa Giusta (per quanto riguarda il territorio di Trento) e la Rete trentina di educazione ambientale dell’APPA (per il resto del territorio provinciale).

La provincia da agosto 2011 a oggi ha messo a disposizione diverse decine di migliaia di eco-vaschette. Perchè non imitare l’iniziativa?!

Info: www.eco.provincia.tn.it

Trento_eco_vaschetta

Fonte: comunicato
Pubblicazione: 20/03/2012 – Ultimo aggiornamento: 20/03/2012

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

Bookmark and Share

Ri-gustami a casa. A Trento col cibo avanzato al ristorante riempi il frigo non il cestino”1 commento :

  1. Olga ha detto:

    abito a Bologna ma nel mio paese natale, in abruzzo, dove i miei genitori hanno un ristorante questa è una pratica in voga da decenni…. :)

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.