Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

Dossier Tav e Chilometri Zero. A Cagliari al festival Nues si parla di nuove resistenze.

graphic novelVenerdì 20 e 27 novembre 2015 a Cagliari due interessanti incontri durante i quali verranno presentati i graphic novel Dossier Tav di Claudio Calia e Chilometri Zero di Paolo Castaldi, entrambi editi da BeccoGiallo.

La  presentazione di questi romanzi grafici – a cui saranno presenti gli autori – fa parte del festival di fumetto e cartoni Nues (sezione Nuove resistenze), organizzato a Cagliari sino al 3 dicembre dal Centro internazionale del fumetto.

“La sezione Nuove Resistenze – si legge nel comunicato – nasce da un’idea di Margherita Zanardi dell’associazione Sustainable Happiness e indaga le due anime della resistenza: il mondo degli attivisti che attraverso comitati e organizzazioni spontanee lotta per salvare la propria terra, aria, acqua e coloro che propongono un sistema alternativo e antagonista. Viviamo ogni giorno il paradosso di uno stato che si erge a tutela dei grandi interessi speculativi negando di fatto il bene comune, i diritti fondamentali dei propri cittadini e favorendo a prescindere il privato privante; contestualmente una schiera silenziosa e altrettanto caparbia lavora per il rinnovamento. Dossier Tav e Chilometri Zero lavorano in questa direzione: resistono ad un fascismo meno evidente, che lascia uno spazio di libertà abbastanza agevole, per non morire di schianto ma per schiacciamento progressivo, resistono al caos modernista, dove tutto ha un prezzo ma il valore è dimenticato. In un’era di mera apparenza, discordia e ipocrisia, di decadenza e grandi conflitti, c’è chi resiste, chi sceglie”.

Dossier Tav. Una questione democratica. 

dossier-tavVenerdì 20 novembre alle 18:30 all’Hostel Marina Claudio Calia presenta il suo graphic novel “Dossier Tav, una questione democratica”, in un incontro proposto in collaborazione con l’associazione Sustainable Happiness. Nell’incontro, moderato da Margherita Zanardi, intervengono Maria Paola Morittu (Italia Nostra), Andrea Caddeo (assessore all’Ambiente del Comune di Sardara) e Luciana Mele (Terra che ci appartiene, Gonnosfanadiga).

Tutto ciò che non dovete sapere sull’alta velocità, in un’inchiesta di citizen journalism illustrato sulla costruzione della linea ferroviaria per i treni ad Alta Velocità Torino-Lione.

Fino a che punto può spingersi l’uso legittimo della forza da parte di uno Stato? Che ruolo assumono i media nella costruzione simbolica del nemico pubblico? Quali sono gli strumenti a disposizione del cittadino per opporsi a ciò che ritiene ingiusto, quando la sua volontà viene ignorata in virtù di interessi di carattere nazionale? Dossier TAV è un’inchiesta illustrata sui progetti, i costi, i benefici e gli interessi in gioco della linea ferroviaria per i treni ad Altà Velocità Torino-Lione: un esame critico sulle valutazioni economiche, etiche, ecologiche e politiche di un’opera che ha suscitato – e continua a suscitare – una poderosa mobilitazione popolare.

Per info: scheda libroevento

Chilometri Zero. Viaggio nell’Italia dell’economia solidale.

chilometri-zero

Venerdì 27 novembre alle 19:30 alla MEM Mediateca del Mediterraneo viene presentato “Chilometri Zero. Viaggio nell’Italia dell’economia solidale”, graphic novel di Paolo Castaldi. Partecipano alla conversazione, oltre all’autore, Manuela Collu, Vincenzo Imbrusciano (operatori Agricoli Sociali, Villacidro), Andrea Ghiani (AgriCura, Gonnosfanadiga), Teresa Piras (Domus Amigas, Centro Sperimentazione Autosviluppo, Iglesias) Modera Margherita Zanardi. L’incontro è realizzato in collaborazione con l’associazione Sustainable Happiness e la fondazione Sardegna Film Commission.

Un reportage a fumetti sull’Italia felice e che funziona: quella del consumo critico e della economia solidale.

Chilometri Zero è un reportage a fumetti sull’Italia felice e che funziona: quella del consumo critico e della economia solidale. Dal Friuli alla Sicilia, passando per il Veneto, la Lombardia, l’Emilia-Romagna e la Calabria, alla scoperta di progetti innovativi e buone pratiche da imitare: cittadini che si organizzano per cambiare le regole del mercato dal basso, sperimentare nuove relazioni abitative, ridefinire il rapporto tra produttori e consumatori, promuovere stili di vita più lenti, umani e sostenibili fondati sul rispetto della persona, del lavoro, della salute e dell’ambiente.

Per info: scheda libroevento

Fonte: comunicato
Pubblicazione: 18/11/2015 – Ultimo aggiornamento: 18/11/2015

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

Bookmark and Share

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.