Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

Sassari: il Fronte di Liberazione dei Pizzinni Pizzoni nel vademecum ONU sullo spazio pubblico

global public space toolkitRicordate i monelli sassaresi del Fronte di Liberazione dei Pizzinni Pizzoni? Quelli dello spuntino urbano di Caval Donato e dell’Operazione Extrapedestri, per intenderci.

Ebbene, compaiono tra i 60 casi esemplari presenti in Global Public Space Toolkit, il vademecum di buone pratiche per gli spazi pubblici realizzato da UN-Habitat (l’agenzia ONU che ha il compito di favorire un’urbanizzazione socialmente e ambientalmente sostenibile e garantire il diritto di tutti a una casa dignitosa). Un vero e proprio manuale che raccoglie principi, strumenti operativi e casi studio a disposizione di amministratori locali e governi per appoggiarli e indirizzarli sulla strada migliore per creare e gestire spazi pubblici di qualità nelle città di tutto il pianeta.

La pubblicazione – scaricabile gratuitamente in pdf – è un importante riconoscimento per la scuola e il quartiere di San Donato, per Sassari e il suo territorio, per Tamalacà e il Dipartimento di architettura, design e urbanistica (DADU) di Alghero. Verrà presentata oggi 2 dicembre a Sassari durante un incontro pubblico promosso dall’Università, a cui sarà presente l’autore Pietro Garau, professore dell’Università Roma Tre e tra i fondatori di UN-Habitat.

L’evento si terrà a partire dalle 15:30 presso la sala conferenze dell’Infermeria San Pietro a Sassari e sarà anche l’occasione per presentare l’iniziativa The city we need: oper for art che si svolgerà a febbraio 2016 ad Alghero e che rientra in una serie mondiale di eventi in preparazione di Habitat III, la conferenza ONU sugli insediamenti umani e lo sviluppo urbano sostenibile che si terrà a ottobre 2016 a Quito, in Ecuador.

Link:

Fonte: comunicato
Pubblicazione: 02/12/2015 – Ultimo aggiornamento:02/12/2015

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

Bookmark and Share

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.